Discovery 'scippa' ancora in casa Mediaset: stavolta è un colpo davvero durissimo

discovery

Discovery non si ferma e scippa a destra e a manca da quelli che sono i principali competitor: tocca ancora a Mediaset.

Uno scippo pacifico a quanto pare, un accordo tra due poli del calibro di Mediaset e Discovery che si insinua sempre più in questa caldissima stagione di vai e vieni sul piccolo schermo. Ormai è chiaro come il gruppo Warner Bros voglia espandersi il più possibile, portando in tv prodotti di un certo tipo e arrivando a competere con le due emittenti di spicco, che sono appunto la tv di stato e il gruppo Mediaset.

Tutto è partito un anno fa con la scelta di Fabio Fazio e quella successiva di Amadeus, che è stato un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Chi si aspettava che dopo tutto quello che ha fatto in quel di Viale Mazzini, decidesse a sorpresa di sfilarsi? Discovery e Nove a quanto pare rappresentano non solo un'importante e corposa occasione professionale, ma anche la possibilità di esplorare nuovi format e approcciarsi a nuove sfide. Qualche giorno fa poi, è giunta la notizia di un altro addio, stavolta a Mediaset da parte di una figura altrettanto di rilievo in azienda, per lo svolgimento di un programma di grande successo: non finisce qui a quanto pare.

Discovery e Mediaset, altro accordo e altro passaggio: cosa sta accadendo

A quanto pare, sia Rai che Mediaset devono avere paura di quello che sta per diventare un polo a tutti gli effetti simile a loro. La sfida Auditel, ma anche i vari prodotti e le collocazioni diventano un problema, siccome c'è altro adesso di cui doversi preoccupare. A quanto pare il Biscione ha deciso però di 'piegarsi' all'offerta del competitor, cedendo qualcosa di potenzialmente molto forte per l'azienda. Dall'1 luglio infatti, sbarca sulla piattaforma Discovery+ la fiction con Raoul Bova I Fantastici 5.

discovery
L'annuncio di Discovery+: I fantastici 5 diventa un titolo presente in piattaforma dal prossimo 1 luglio

Dobbiamo aspettarci altre fiction che potrebbero presto essere disponibili sulla suddetta piattaforma? In effetti questo potrebbe essere l'inizio di una 'collaborazione' destinata a durare a lungo. Mediaset ha intenzione di far traslocare tutte le serie di sua proprietà in casa Discovery o magari, dar vita a qualche accorso ancora più consistente rinunciando in parte a quella che è una grande risorsa? Anche se non ai livelli della Rai, le serie hanno notevole importanza per le casse del Biscione. Basti pensare a Viola come il mare, che con la sua seconda stagione ha avuto un successo maggiore in rete rispetto alla messa in onda in tv, che è avvenuta in un secondo momento favorendo i click dei fan in anticipo. C'è da temere il peggio con questa nuova mossa a sorpresa? Indebolire anche il comparto fiction in questa fase, non sarebbe proprio il massimo...