Rocco Siffredi e il retroscena sul suo nome: "Mia madre voleva chiamarmi cosi"

Rocco Siffredi

Rocco Siffredi è nelle ultime settimane al centro di molteplici chiacchiere mediatiche, per quale ragione? Su Netflix è arrivata dal 6 marzo Supersex, la serie che racconta la sua vita, dalla sua infanzia all'apice della sua carriera. 

Che cosa si nasconde dietro il personaggio di Rocco Siffredi? Nella serie a vestire i panni del protagonista è stato scelto Alessandro Borghi. Quest'ultimo è considerato uno degli attori più ammirati degli ultimi tempi. Sono tantissimi i ruoli in cui Borghi è riuscito ad emergere al meglio, ottenendo ottimi riscontri da parte di milioni di fan. Il segreto dell'attore romano è probabilmente la capacità di immergersi nei ruoli a trecentosessanta gradi, dimostrando grande professionalità attoriale.

Supersex offre la possibilità al pubblico di poter andare oltre i cliché che da sempre appartengono alla vita di Rocco Siffredi. Durante molteplici interviste infatti, Alessandro Borghi ha dichiarato di aver inizialmente pensato di rifiutare il ruolo. Dopo poco però, il desiderio di poter finalmente abbattere i pregiudizi ha avuto la meglio e per l'attore romano accettare il ruolo, è stata una scelta inevitabile.

Rocco Siffredi rivela il nome scelto dalla madre alla sua nascita

Durante un'intervista rilasciata al Podcast Anonymous 58, Rocco Siffredi ha rivelato un aneddoto che riguarda la sua infanzia. Da bambino l'attore è stato più volte preso in giro dagli amici con i quali si intratteneva a giocare. Per questo motivo, ha confessato di essere stato per anni arrabbiato con sua madre: "Mi chiamavano Rock la Pannocchia". Dietro al suo nome ad ogni modo si nasconde un episodio molto delicato che riguarda la sua famiglia.

Rocco Siffredi, il suo secondo nome è Antonio
Rocco Siffredi, il suo secondo nome è Antonio

 

Due settimane dopo la sua nascita, suo zio Rocco si è suicidato per amore e dopo questo triste momento, la madre è corsa al comune e ha chiesto di mettere davanti al nome scelto, ovvero Antonio, il nome dello zio scomparso. Ad ogni modo Siffredi non ha potuto fare a meno di nascondere la fortuna che questo nome gli ha portato nella sua carriera professionale. Una vita ricca di evoluzioni e cambiamenti quella di Rocco, troppo spesso etichettata e poco approfondita. Per questa ragione Supersex invita il pubblico a guardare la serie spingendosi oltre il pregiudizio, come anche Alessandro Borghi ha più volte sottolineato. Cosa aspettarsi da questa novità di Netflix? In tantissimi hanno già visto tutti gli episodi e i primi commenti hanno diviso in due gli utenti, c'è chi ha apprezzato la storia e l'interpretazione di Borghi e chi invece ha criticato la staticità di alcuni personaggi e la scelta di non approfondire alcune tematiche, come ad esempio la nascita dei figli del protagonista.

LEGGI ANCHE>>>Rocco Siffredi, la rivelazione dei figli Lorenzo e Leonardo: "Come hanno scoperto il mio lavoro"