Veneto, barista chiede di allontanare il cane: la reazione della cliente supera ogni limite

veneto barista

Questa testimonianza dal Veneto riguarda una barista e la reazione di una cliente ad una richiesta particolare.

Il rapporto tra baristi e clienti è essenziale per garantire un'esperienza positiva in un locale. Talvolta però, questo può diventare complicato quando i clienti non rispettano le regole base di comportamento. Se ad esempio i clienti occupano il tavolo o il bancone per un periodo prolungato senza effettuare ordini o dopo aver finito i consumi, può creare disagio per i baristi e gli altri clienti in attesa. Un comportamento scortese, come urlare gli ordini, essere irrispettosi o ignorare il personale, può mettere a dura prova il rapporto. La cortesia reciproca è fondamentale, e i clienti dovrebbero trattare i baristi con rispetto e gentilezza. Ogni locale ha le proprie regole, che possono riguardare il comportamento, l'abbigliamento o altre norme.

Ignorare queste regole può creare tensioni. I clienti dovrebbero essere consapevoli delle regole del locale e rispettarle. In molti casi, la chiave per risolvere queste situazioni è una comunicazione aperta e rispettosa. I baristi possono spiegare gentilmente le regole del locale o chiedere ai clienti di moderare il loro comportamento. Dall'altra parte, i clienti devono essere consapevoli del loro impatto sul servizio e rispettare le norme stabilite dal locale che frequentano. Un atteggiamento collaborativo da entrambe le parti contribuirà a creare un ambiente piacevole e rispettoso per tutti. La testimonianza di questa barista dal Veneto non ha visto un finale gradevole, e racconta un siparietto davvero surreale.

Veneto, la testimonianza di una barista è surreale: la cliente e il suo cane, cosa è successo

Sulla pagina Facebook Baristi Psicopatici, è stata rilasciata una testimonianza che riguarda il dialogo alquanto animato che ha visto protagoniste la barista di un locale e una cliente con il suo cane al seguito. Le regole del bar prevedono gli amici a quattro zampe a terra, al massimo in braccio a chi effettua la consumazione. La signora a quanto pare, ha deciso di posizionare l'animale sulla sedia, proprio come lei. Il resto di questa conversazione e le esatte parole che si sono scambiate, è meglio che le leggiate nel post di riferimento.

veneto
La testimonianza della barista veneta - Fonte: facebook Baristi Psicopatici

Dalle parole scritte, è molto chiaro il tono della signora, che non solo ha disobbedito piazzando il cane sul tavolo, ma che è anche uscita dal bar utilizzando parole non proprio cortesi nei confronti della barista. D'altronde, quest'ultima con gentilezza si era solamente limitata a chiedere di rispettare una regola della struttura nel rispetto di tutti i clienti. Voi da che parte state? Ha fatto bene la cliente ad andarsene in quel modo dopo la discussione con la barista?