Avanti un altro, Paolo Bonolis fa un regalo a Pier Silvio Berlusconi: "Siamo stati costretti"

avanti un altro

L'edizione di Avanti un Altro su Canale 5 si apre con un regalo da parte di Paolo Bonolis e i suoi autori all'amministratore delegato Mediaset: ecco di cosa si tratta.

Un inizio scoppiettante: il nuovo anno porta su Canale 5 un nuovo inizio, ma che è in realtà un graditissimo ritorno. Avanti un Altro torna in una versione restaurata, con uno studio tutto nuovo che accoglierà i telespettatori nell'appuntamento prima dell'informazione. Luca Laurenti ha cominciato scendendo da uno scivolo questa volta, con una postazione tutta nuova per lui insieme all'immancabile pianola.

Quest'anno i concorrenti avranno anche un importante aiuto, ovvero un signore oppure una signora del pubblico che potranno aiutarli se e quando serve. Il tutto condito con una serie di gag e momenti esilaranti, i personaggi del mini mondo che porteranno al gioco finale, diventato ormai un vero e proprio cult. C'è stato spazio anche per un esilarante momento dedicato alla nuova linea adottata dall'azienda, per volere dell'amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi. Ecco con cosa ha aperto la nuova edizione Paolo Bonolis e i suoi autori.

avanti un altro
L'amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi

Avanti un Altro: lo sfottò di Bonolis alla nuova linea di Berlusconi

Il tutto è cominciato questa estate, con una serie di cambi che hanno notevolmente modificato le cose in casa Mediaset. più educazione e decoro, ed è il Grande Fratello il format più ritoccato in questo senso. La cacciata di Barbara D'Urso e forse, anche di Belén Rodriguez hanno dato un volto tutto nuovo ai palinsesti. Il quiz in onda di nuovo da ieri sera, si distingue per il suo aspetto colorito e sicuramente privo di filtri: d'altronde è sempre stata questa la sua grande forza. Cosa fare per evitare momenti scomodi e che potrebbero turbare gli animi ai vertici? Gli autori e Bonolis aprono con un regalo per la dirigenza.

Si tratta di una sirena gigante, che si attiva con luce e suono ogni qualvolta che durante la puntata, viene detto o fatto qualcosa di inadeguato. Bonolis non si smentisce mai e sfotte la linea dura che Berlusconi ha intrapreso da quando è al totale comando del'azienda. "Siamo stati costretti", hanno detto gli autori con un fare mesto: sono dunque andati incontro al capo con un regalo che possa aiutarli a mantenere un certo decoro. Inutile dirvi che l'aggeggio ha fatto il suo dovere, ma non fino in fondo. Non sono mancati momenti come quelli che conosciamo molto bene insieme a pubblico e concorrenti: corpi maschili e femminili statuari in giro per lo studio, battute ferocissime e doppi sensi inevitabili. La sirena continuerà a stare sulla postazione degli autori oppure, ne faranno presto a meno? Staremo a vedere.

LEGGI ANCHE>>>Non ti pago, quella sbavatura che il pubblico Rai non perdona: "De Filippo non è questo"