Benedetta Rossi, come mangiare i cavolfiori se odi l'odore: la ricetta perfetta

benedetta rossi

Benedetta Rossi prepara un contorno a base di cavolfiore perfetto per chi non gradisce tanto questa verdura.

Il cavolfiore è un vegetale crucifero ricco di nutrienti e versatile in cucina. Tuttavia, molte persone evitano di consumarlo, in parte a causa del suo caratteristico odore. Può essere percepito infatti durante la cottura ed è causato dalla produzione di composti dello zolfo, che sono normalmente presenti in questo tipo di ortaggi.

Alcuni suggerimenti per rendere più piacevole l'esperienza di cucinare e consumare il cavolfiore sono ad esempio cucinarlo solo il tempo necessario. La cottura eccessiva può accentuare l'odore sgradevole. Diverse tecniche come la vaporizzazione, la cottura a vapore, la grigliatura o la cottura al forno sono ideali per trovare il metodo perfetto ad ogni esigenza. Aromi come aglio, erbe aromatiche, zenzero o spezie possono mascherare l'odore. Si può anche marinare il cavolfiore con olio d'oliva e spezie prima della cottura. Aggiungere un po' di bicarbonato di sodio all'acqua di cottura inoltre,  può contribuire a ridurre l'odore.

Benedetta Rossi cucina il cavolfiore così: perfetto per chi non gradisce l'odore

Esplorando diverse tecniche di cottura e abbinamenti di sapori, è possibile rendere il cavolfiore un ingrediente delizioso e nutriente senza dover affrontare l'inconveniente dell'odore sgradevole. Benedetta Rossi prepara una versione perfetta per chi non gradisce particolarmente l'odore e il sapore di questa verdura, e anche per renderla più sfiziosa e invitante.

  • INGREDIENTI
    600g cavolfiore
    100g pancetta a cubetti
    400ml besciamella
    formaggio grattugiato q.b.
    pangrattato q.b.
    olio extravergine d’oliva q.b.
    pepe q.b.
    noce moscata q.b.
    sale fino q.b.

La besciamella e la pancetta sono sicuramente aggiunte che aiutano a camuffare quella che per molti è una vera e propria puzza.

Si inizia lessando le cimette di cavolfiore in acqua bollente salata per circa 10 minuti. Nel frattempo, in una padella, si rosola la pancetta in un po' d'olio. Una volta cotto, si scola il cavolfiore e si salta in padella, lasciandolo insaporire per qualche minuto. Successivamente, si aggiunge il pepe e un tocco di noce moscata. In una pirofila da forno si stende poi uno strato di besciamella sul fondo. Il cavolfiore viene posto sulla besciamella e  si copre il tutto con uno strato aggiuntivo di besciamella. Infine, formaggio grattugiato e pangrattato sulla superficie. Si possono poi cuocere in forno ventilato a 190°C per 35 minuti, ma anche in friggitrice ad aria. Ecco pronti i deliziosi cavolfiori gratinati, ideali come contorno o antipasto e perfetti per chi non gradisce in purezza il sapore e l'odore della verdura.

LEGGI ANCHE>>>Valle d'Aosta, Elisa Isoardi nella città della neve: c'è anche un castello magico